iY4M Beacon Robot Villa Griffone Pontecchio Marconi (Bologna) - JN54PK www.csmi.altervista.org  -  Coordinamento Stazioni Storiche Marconiane Italiane  -  2014/2017 Stazione attiva dal 1985 e gestita dalla sezione ARI Bologna www.ari-bo.it - Referente: i4DVT, Ivano De Vietro La 1^ versione del Beacon Robot iY4M in funzione fino al 1995 Il Beacon Robot iY4M A Villa Griffone, sede della iY4FGM (prima stazione marconiana italiana) è presente anche la stazione iY4M: il Beacon Robot in HF attivo h24 sulla banda dei 10 e 12 metri. Si tratta di un beacon con funzioni interattive telegrafiche automatiche; la stazione interrogante può dialogare con il beacon nelle pause previste tra messaggio e messaggio di identificazione. Il progetto del beacon robot, nato da un’idea di i4BER Goliardo Tomasetti, progettato e realizzato da iK4EWK Marco De Vietro e i4DVT Ivano De Vietro venne presentato nel 1984 in occasione della Conferenza IARU svoltasi a Cefalù dal suo promotore i4DVT. Unico del suo genere operativo a livello internazionale, ottenne molti apprezzamenti tanto che la IARU lo inserì agli atti della Conferenza. Oltre che su Radio Rivista 6/1984, ampio spazio venne dato anche da varie pubblicazioni internazionali. Il beacon, con scopi di verifica della propagazione delle onde radio a grande distanza, prove tecniche per il rilievo del lobo di radiazione dell’antenna e per aspetto commemorativo marconiano, è stato realizzato da un team della sezione ARI di Bologna con diverse competenze; entra in funzione il 1° settembre 1985 sulla frequenza di 28.195 MHz che venne consigliata dal coordinatore IARU G3DME anche per incentivare l’attività su questa banda frequenza dal nord Europa verso il bacino del Mediterraneo. Dopo 10 anni di attività sulla memoria del beacon vennero registrati oltre 6000 contatti bilaterali con scambio di rapporti (tutti confermati tramite QSL stampata in automatico a termine collegamento). Nel 1995 nasce la seconda, ed attuale versione del beacon robot, la cui presentazione venne fatta la "Convention Internazione Commemorativa del 1° Centenario della Radio" svoltasi a Pianoro (BO), ampiamente descitta sui numeri di Radio Rivista 3/1996 e 4/1996. Per le caratteristiche complete e manuale operativo consultare www.ari-bo.it/index.php/iy4m-beacon.html Frequenza nominale: 28195,00 kHz - 24.915,00 kHz in commutazione ogni 30 minuti Modo operativo: A1A (cw) Potenza in uscita: Fissa a 32W per l’identificazione. Variabile calibrata 32÷0,125W commutabile con passi di 3 dB su comando dell’utente Antenna: Tipo commerciale R5, verticale multibanda in 1/2 onda. Demodulatore CW: Modulo con filtri attivi a capacità commutate. Memoria operatore Robot: 2048 QSO con ora, data, nominativo, nome operatore, rapporto segnale dato e ricevuto, potenza utilizzata dal Beacon Memoria sulla lista di riconoscimento nominativi: 2500 nominativi più eventuale nome dell’operatore e data dell’ultimo QSO Lista di accesso operativo: 44 chiavi di comando in CW per gli utenti Range adattamento automatico velocità ricezione: Da 10 a 60 WPM (da 50 a 300 caratteri / min.) Ciclo del segnale di identificazione: __...__ IY4M IY4M __...__...__ IY4M MARCONI MEMORIAL BEACON ROBOT QRV QRV Tempo di stand-by in ricezione: 30 secondi dopo ogni ciclo di identificazione Beacon